Domenico Antonio Cardone

Domenico Antonio Cardone (Palmi, Reggio Calabria, 21 gennaio 1902-18 settembre 1986), dopo i primi studi si trasferisce a Roma dove nel 1923 consegue la laurea in Giurisprudenza all’Università La Sapienza. Ha esercitato l’avvocatura fino al 1975. Militante socialista in gioventù, si orienta in seguito verso un Socialismo morale (sintesi di Cristianesimo – Liberalismo – Comunismo). Per le sue idee politiche è stato arrestato due volte con l’accusa di antifascismo. Nel 1931 fonda con il medico Antonio Lovecchio, suo amico e cultore di filosofia, la rivista «Ricerche filosofiche», che dirige fino al 1967. Nel 1948 fonda la Società Filosofica Calabrese (di cui è stato sempre Presidente), che partecipò alla fondazione della Fédération Internationale des Sociétés de Philosophie. Nell’ambito delle attività della Società fu notevole, specie dal 1956 in poi, l’intensa e durevole azione deontologica in campo internazionale per la realizzazione di un’etica sociale della Cultura, che gli valse la candidatura, proposta dall’Università di Roma, al Nobel per la pace nel 1963 e la proposta per il Nerhu Award for International Understanding nel 1972, su richiesta di Guido Calogero. Nel 1975 ha ottenuto il Certificate of merit for distinguished Service to the Community dell’International Biographical Centre di Cambridge; sempre nel 1975 ha avuto la Medaglia d’oro “Pro mundi beneficio” dell’Academia brasileira de Ciências humanas di São Paulo per «la nobiltà morale in difesa e promozione della civiltà, per le sue incessanti iniziative anche in favore della pace, della giustizia, della fratellanza umana». È stato membro d’onore e benemerito di varie Accademie italiane e straniere: del Royal Institute of Philosophy di Londra, dell’Internationale Vereingung fur Rechts-cund Socialphilosophie, di Wiesbaden, dell’Associazione “Arts et lettres de France” di Bordeaux. Ha fatto parte del Comitato organizzatore del XII Congresso Internazionale di Filosofia e di quello promotore del XIII Congresso Nazionale di Filosofia.