Un'associazione d'élite
L'Alleanza Femminile Italiana (1944-1950)

Special Price €13,30

Prezzo Pieno: €14,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano
2020, pp 124
Rubbettino Editore, Storia, Storia d'Italia, Universita, Storia , Storia dell’Italia contemporanea , Repubblica
isbn: 9788849862911
Nella Roma appena liberata del 1944, riprende il dibattito politico cui partecipano attivamente alcune associazioni di donne di origine prefascista. Sono associazioni apartitiche e aconfessionali vicine ai partiti laici, della “terza forza” che propongono all’Italia repubblicana una moderna idea di cittadinanza consapevole. Una schiera di donne anima l’intervento di associazioni impegnate per i diritti civili, per la pace, contro l’analfabetismo, per l’abolizione della gestione statale della prostituzione, per la costruzione di una cultura laica e occidentale, per il superamento dei confini nazionali in cornici di federalismo europeo e mondialismo. La ricerca, concentrata sugli anni 1944-1950, è basata su fonti per lo più inedite che hanno permesso di fare luce sui diversi soggetti parte attiva nel dibattito sulla “Legge Merlin” e di tratteggiare le biografie della presidente Teresita Sandesky e di dirigenti autorevoli, come la pacifista Anna Mazziotti di Celso.

Potresti essere interessato ai seguenti libri