Diritti umani
L'età della pretese

Special Price €15,20

Prezzo Pieno: €16,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Saggi
2017, pp 166
Rubbettino Editore, Filosofia e Religione, Universita, Filosofia, Studi religiosi, Medicina e Bioetica, Bioetica, Filosofia e cristianesimo, Bioetica, Filosofia del diritto, Filosofia morale, Bioetica e Antropologia filosofica
isbn: 9788849850048
Tag: Benedetto XVI, Bobbio, Böckenförde, cattolicesimo, Democrazia, dignità, Diritto, doveri, etica, Fecondazione eterologa, fede, Giovanni Paolo II, giuspersonalismo, giustizia, Habermas, kant, laicità, legge naturale, libertà, Maritain, Marx, natura umana

Dopo “l’età dei diritti” di cui diceva N. Bobbio nel 1990, è nata l’età delle pretese: squilibrio tra l’esplosione dei diritti e l’elusione dei doveri, e liquefazione dell’idea di obbligazione. Il diritto (vero o supposto), separato dalla responsabilità ad esso inerente, diventa fattore di disgregazione e un’arma puntata contro l’altro. È una vacua idea che la libertà soggettiva basti a tenere unita una società. Di fronte a questa dinamica travolgente occorre ridare significato e fondamento reale ai diritti, evitando tre passi falsi: l’individualismo libertario che fa dell’io un’isola; l’applicazione indiscriminata della tecnica nell’ambito della vita (Biopower); la riduzione dell’uomo a mero essere naturalistico. In proposito la tradizione del giuspersonalismo, ispirata all’idea di persona e di natura umana, offre un ingresso solido e moderno.

Potresti essere interessato ai seguenti libri