Liberalismo e idea di nazione in Pasquale Stanislao Mancini

Special Price €12,75

Prezzo Pieno: €15,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Saggi
2019, pp 176
Rubbettino Editore, Biblioteca liberale, Saggi, Politica, Scienza e teoria politica
isbn: 9788849860870

Negli ultimi anni il pensiero di Pasquale Stanislao Mancini (1817-1888) è stato oggetto di numerosi e approfonditi studi che riguardano principalmente alcuni aspetti della sua riflessione giuridica. In questo volume Daniele Stasi ne esamina soprattutto il pensiero politico, a partire dalla celebre prolusione sul principio di nazionalità che Mancini tenne nel 1851 presso l’Università di Torino. L’analisi si sofferma dunque sugli intrecci, dal punto di vista programmatico, delle idee di Mancini con il “liberalismo nazionale” il cui obiettivo era superare gli ostacoli che storicamente impedivano all’Italia di diventare uno Stato moderno, ostacoli da individuare soprattutto nel frazionamento politico della Penisola e nel ruolo preponderante della Chiesa nella vita della Nazione. Altro tema cardine di questo studio è l’evoluzione del liberalismo manciniano che si traduce nella difesa dell’ordine costituzionale dello Stato unitario e nella tutela dell’interesse della Nazione alla luce di una concezione della politica coloniale in contraddizione con il principio di nazionalità.

Potresti essere interessato ai seguenti libri