Viaggiare in Calabria con un... tap (Gazzetta del Sud)

di Roberto Messina, del 14 settembre 2012

Dalla Gazzetta del Sud - 13 settembre 2012
La nuova "app" che consente di percorrere una "mappa letteraria" della regione
Si chiama "Viaggio in Calabria" ed è certamente il primo esperimento di editoria digitale interattiva dedicato alla regione e, più che probabilmente, anche il primo prodotto di tal guisa per la Letteratura di viaggio tout court. A pubblicarlo (si può dire così?) e "lanciarlo" su "App store" di Apple (per ora per dispositivi iOS) è l'editore Rubbettino, che riceve plauso dal gruppo di lettori digitali in ascesa rapida anche nel nostro Paese. "Viaggio in Calabria" è un progetto che nasce da lontano, per veicolare contenuti editoriali.

Obiettivo era (ed è) raccogliere in una collana (diretta dal prof. Vittorio Cappelli dell'Unical) il meglio della Letteratura di viaggio dedicata alla nostra regione, attingendo a quell'immenso patrimonio di annotazioni demologiche, naturalistiche e paesaggistiche dei tanti visitatori del passato (tra cui veri e propri scrittori: si pensi solo a Dumas) in giro per le contrade di quella "finis terrae" che rappresentava (e rappresenta ancora) la Calabria. Questo significativo patrimonio - la Collana conta 25 titoli, ed è in continuo incremento - grazie alla collaborazione attiva di giovani studiosi confluiti nella vivace "start up" chiamata Flipbulbs, è stato suddiviso in frammenti "taggati" e "geolocalizzati": ad ogni brano sono state assegnate parole chiave su argomento, autore e luogo di riferimento. Fin qui, l'opera di decostruzione. I frammenti sono stati poi caricati in un software che, grazie al Gps incorporato nei dispositivi Apple, è in grado di identificare la posizione del lettore-turista e di guidarlo alla scoperta del territorio attraverso le citate descrizioni dei viaggiatori. Il turista può, dunque, mentre si trova in qualsiasi luogo della Calabria, interagire col patrimonio letterario, che si adegua automaticamente alle sue esigenze, e gli propone passaggi (e paesaggi) significativi, tratti da autori calabresi che di quel luogo hanno parlato.

È dunque la morte del libro letto dalla prima all'ultima pagina? No, perché il lettore può sempre ordinare dall'interno dell'app l'integrale cartaceo o digitale del volume da cui il frammento è tratto. E anche se non siamo infaticabili camminatori, comunque, niente paura! Un potente motore di ricerca è in grado di condurci per le strade della regione, mentre siamo comodamente seduti in poltrona: un'esplorazione tutta letteraria della Calabria. Inoltre, la app crescerà nel tempo, arricchendosi e incorporando altri narratori, saggisti e autori vari che hanno parlato di Calabria e che stanno di diritto nel catalogo Rubbettino. Buon viaggio, allora! Buon viaggio in Calabria, lungo le nuove strade dell'editoria digitale, che promette radicale rinnovamento e sorprese a volontà!

Di Roberto Messina