Una mente speciale
Intervista (immaginaria) al prof. Iulius Kepperdal, Premio Nobel 2033 per i suoi studi sulla schizofrenia

Special Price €8,50

Prezzo Pieno: €10,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Varia
2007, pp 124
Rubbettino Editore, Società e scienze sociali, Psicologia
isbn: 9788849817676
Una mente speciale è un testo di ardua classificazione e di agevole lettura. Con la formula di una (immaginaria) intervista ambientata nel 2033, viene illustrato ciò che in realtà si potrebbe fare già oggi, per restituire, come ripete l’autore, il diritto di cittadinanza a chi soffre di gravi disturbi psichici. Tra i boschi della Sila, in una suggestiva casa nutrice, sotterranea eppure pregna di luce, terapeuti particolari (angeli del bosco ed elfi) adottano dei cittadini speciali, affetti dalla c.d. schizofrenia, ridefinita sindrome della rinascenza, e li aiutano, con il recupero degli affetti e delle abilità, a rinascere, cioè a ritornare nelle città: essi risulteranno, in un’analisi retrospettiva, ‘migliori’ dei cittadini c.d. sani! L’intervista è anche l’occasione per illustrare la malattia in un’ottica originale e per alcuni aspetti, provocatoria: essa sarebbe l’espressione estrema, come l’anoressia o la depressione, di una funzione mentale geneticamente più evoluta, ma che rende le persone più sensibili agli stress e agli eventi vitali negativi. Le considerazioni parziali e di parte, le fantasticherie, arieggiano una proposta e un invito. L’autore si augura che ne sia colto, nella voluta enfatizzazione, il senso di premura verso l’ammalato e di docile rivolta verso l’indifferenza delle città e delle istituzioni.