Un vescovo e la fedeltà a Dio e all'uomo

Special Price €12,75

Prezzo Pieno: €15,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Varia
2007, pp 258
Rubbettino Editore, Fede e Spiritualità
isbn: 9788849819380
Prefazione di Luigi Antonio Cantafora
E' un onore perché sento di aver ricevuto in eredità il frutto del suo ministero, è un dovere di riconoscenza e di gratitudine al Signore, per quanto ha operato attraverso la sua persona.
Non è nostro compito enumerare le numerose iniziative pastorali, i preziosi contributi nell'ambito della riflessione filosofica sull'essere, ma anche le attività di ordine sociale intraprese durante il ministero di S.E. Mons. Rimedio: questo si può rilevare dalle pagine seguenti, scritte da coloro che hanno conosciuto da vicino e collaborato col nostro Predecessore. Nostro desiderio è quello di sentire una continuità nella novità.
Ogni pastore (...) porta la Chiesa, la fa crescere con pazienza, senza lasciarsi intimidire o fiaccare dalla lentezza dei cambiamenti, dalla preoccupazione incredula, dallo scoraggiamento. Ciò che ad un Vescovo è chiesto è primariamente la testimonianza della sua fede, secondo le parole dell'apostolo Paolo a Timoteo: «Tu però rimani saldo in quello che hai imparato e di cui sei convinto, sapendo da chi l'hai appreso e che fin dall'infanzia conosci le Sacre Scritture... Tu però vigila attentamente, sappi sopportare le sofferenze, compi la tua opera di annunciatore del Vangelo, adempi il tuo ministero» (2Tm 3,14. 4,5). dalla Prefazione di S.E. Mons. Luigi A. Cantafora, Vescovo di Lamezia Terme)
Il presente volume si costituisce luogo e strumento di memoria di un tratto complesso, difficile ma stupendo, di storia della Chiesa lametina. Un frammento di cammino ecclesiale e, proprio perché autenticamente cristiano, anche civile. La finalità fondamentale è rendere presente il passato sia per scaldare i cuori di tanti che l'hanno vissuto, sia per renderci consapevoli di un patrimonio di vita comunitaria e cristiana, eletta ricchezza per proseguire il cammino sulla strada della storia e della storia della salvezza in questa terra lametina.
E questo libro di testimonianze si colloca, come emblema-anello di congiunzione, con serenità spirituale ed intelligenza ecclesiologica, tra patrimonio storico accolto e tensione profetica di edificazione ulteriore della nostra Chiesa, che è in Lamezia Terme, verso il Regno di Dio.
Nel suo motto episcopale“In veritate et caritate” egli (Mons. Rimedio) alla verità sull'uomo e su Dio ha unito la carità in maniera inscindibile. Virtù teologale che accomuna alla radice il Vescovo Rimedio con il Vescovo Cantafora, ed il suo motto“Charitas Christi Urget Nos”. Una linea di radicale continuità tra il Predecessore ed il Successore. La storia della Chiesa è continuità, ma una continuità che entra sempre nel nuovo, diversamente non c'è cammino, cammino di popolo, esodo di Chiesa, non c'è storia della salvezza, l'andare verso la Terra Promessa. (dall'Introduzione)