Salvatore G. Santagata
Trent'anni di eccessi
Diario, dal Sud, della Prima Repubblica

Special Price €15,30

Prezzo Pieno: €18,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Varia
2002, pp 304
Rubbettino Editore, Fuori Catalogo
isbn: 8849801319
Gli "eccessi" hanno caratterizzato l'ultimo trentennio della Prima Repubblica. Questo libro, da un osservatorio particolare e privilegiato, quale, per varie ragioni, può essere considerato il Sud, tenta una disamina di questi eccessi, attraverso la ricostruzione diaristica. Ne viene fuori una serrata analisi della condizione delle ''istituzioni'', dei ''partti'', della ''informazione'' e della ''società'', in un contesto dominato da una ''diffusa corruzione'' e dal ''rapportomafia-politica'', sempre più crescente ed incidente. Il 1992 si segnala nella storia recente del nostro Paese, come l'anno del risveglio dopo il letargo di mezzo secolo di ovattato consociativismo interno e di semiprotettorato Usa sul piano internazionale. Si dissolve, nel 1992, l'Urss e finisce la bipolarizzazione del mondo. Con Maastrichtl'Italia, meravigliando mezza Europa, entra nella moneta unica. Parte, con l'arresto di Mario Chiesa, la rivoluzione di Mani Pulite che, in pochi mesi, liquida il Caf, l'accordo che Craxi, Andreotti e Forlani avevano stipulato per imbalsamare il Paese per molti lustri. La mafia colpisce in alto: vengono uccisi Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Oscar Luigi Scalfaro, democristiano senza corrente, sale al Quirinale e Giuliano Amato forma il governo che avvia il risanamento. Alcuni fissano proprio al 28 giugno di quell'anno (nascita del governo Amato) la fine della Prima Repubblica. Ma è nata la Seconda Repubblica? Restano molti dubbi. è certo che la sua nascita comporta un impegnativo percorso, appena iniziato e non sempre nel migliore dei modi. Un percorso che deve considerare il passato, nel bene e nel male, senza ripeterlo, ma tenendone conto. è qui la ragione di questo libro: segnalare i picchi, positivi e negativi, di un quarto di secolo di storia nazionale vista dal profondo Sud, con l'intento di facilitare l'approccio col non facile futuro.