Teologie della proprietà privata
Dai miti delle origini ai nuovi dei della finanza

Special Price €11,90

Prezzo Pieno: €14,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Varia
2017, pp 180
Rubbettino Editore, Filosofia e Religione, Economia e Finanza, Impresa, etica e cristianesimo, Pensiero economico
isbn: 9788849851038
Tag: Marxismo, Capitalismo, Etica protestante, pauperismo, imprenditoria, Platone, Locke, Agostino, Pelagio, Cicerone, Weber, Marx, Tommaso

Il problema della giustificazione della proprietà privata attraversa l’intera storia umana. A lungo il dibattito ha fatto prevalentemente ricorso ad argomenti teologici o comunque metafisici (dai miti mesopotamici ai giusnaturalisti). La secolarizzazione e positivizzazione del diritto, che ha caratterizzato le fasi iniziali della modernità capitalistica, si è dovuta misurare con due influenti culture critiche: la dottrina sociale della Chiesa e il marxismo. Con la globalizzazione ritorna un sistema economico e giuridico basato sull’individualismo possessivo. Le giustificazioni del neoliberismo appaiono a molti una nuova teologia: il mercato come Dio, è stato detto. Il libro ripercorre nelle grandi linee l’intera vicenda, e sottolinea l’attualità della dottrina sociale della Chiesa, e del nesso che essa instaura tra questione sociale e questione antropologica.

Potresti essere interessato ai seguenti libri