Tecnica e procreazione
Desideri, diritti e nuove responsabilità. A margine della Legge n. 40 del 2004

A cura di Marianna Gensabella Furnari

Special Price €6,80

Prezzo Pieno: €8,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Varia
2005, pp 154
Rubbettino Editore, Società e scienze sociali
isbn: 9788849812046
Con una postfazione di Francesco d'Agostino
L'approvazione della legge n. 40/2004“Norme in materia di procreazione medicalmente assistita” ha riacceso il dibattito bioetico sulle possibilità e sui limiti dell'intervento della tecnica in uno degli ambiti più significativi dell'esistenza, la trasmissione della vita. Intervenendo nella generazione sino a ridisegnarne le modalità, la tecnica apre nuove possibilità al desiderio di genitorialità, impone il ripensamento dei diritti dei soggetti coinvolti, i potenziali genitori e il nascituro, e di nuove responsabilità verso la vita umana. Il Centro Italiano Femminile, che da sempre ha posto al centro del suo impegno l'attenzione alla salute e ai diritti delle donne, ai valori della vita e della famiglia, in occasione della celebrazione del 60° anniversario della sua fondazione ha dedicato al tema una tavola rotonda, prendendone in esame con l'aiuto di esperti gli aspetti medici, sociali, giuridici ed etici, e dando spazio a quel“ragionare sui valori” che costituisce il requisito primo di un buon dialogo tra laici e cattolici. Il testo ne riprende le relazioni, con l'aggiunta di una post-fazione di Francesco D'Agostino. Diversi i temi caldi del dibattito bioetico analizzati: la diagnosi pre-impianto, il destino degli embrioni soprannumerari esistenti, la questione dello statuto dell'embrione e della sua tutela, i problemi posti dalla fecondazione eterologa. Sullo sfondo la valutazione della normativa, del suo spirito, ovvero dei princìpi a cui si ispira, tra cui spicca il principio etico fondamentale della difesa della vita umana, principio difendibile e condivisibile anche con la sola ragione.
Contributi di: Luisella Battaglia, Francesco D'Agostino, Gabriella Gambino, Marianna Gensabella Furnari, Anna Maria Mauro Pastorino, Lucio Romano.