"Storia segreta del PCI" si aggiudica il premio Troccoli Magna Graecia ()

di Redazione, del 05 maggio 2014

Storia segreta del Pci

Dai partigiani al caso Moro

Rocco Turi, sociologo, scrittore e autore di Storia segreta del PCI (edito da Rubbettino) ha ricevuto il 28° premio nazionale "Troccoli Magna Graecia", di ricerca e promozione culturale, per la sezione Saggistica. Il lavoro prodotto dall'autore è un risultato politicamente scorretto, denigrato e ostacolato da chi ancora mantiene la linea ufficiale sul rapimento e l'omicidio di Aldo Moro. Storia segreta del PCI apre scenari del tutto nuovi ed inaspettati, registrando enormi riconoscimenti per l'attività di ricerca transnazionale condotta nei maggiori paesi dell'est Europeo, tra cui l'Ungheria e la Cecoslovacchia. E' proprio qui che vengono svelati i retroscena del "caso Moro", con le Brigate Rosse che vengono in gran parte scagionate dall'accusa di rapimento ed omicidio, con l'autore che serve sul tavolo una nuova realtà dei fatti: l'intera operazione fu voluta da ex-partigiani che lasciarono l'Italia nell'immediato dopoguerra, residenti poi in Cecoslovacchia, e che godevano della protezione del governo ospitante e di forze sovietiche.

L'indagine proposta dall'autore è ben documentata e ampia, percorrendo il territorio nazionale attraverso innumerevoli carte ufficiali del Governo italiano, fino a raggiugnere i terrritori dell'Est europeo con il racconto degli osservatori diretti della vicenda (ex-partigiani e membri dell'ambasciata a Praga), grazie anche ad una personalità di peso come Rudolf Barak, ex Ministro dell'Interno cecoslovacco negli anni cinquanta. Viene così ricostruita l'intera storia politica che andrà dai movimenti partigiani del secondo dopoguerra fino agli eventi che annunciarono l'avvento del famoso "compromesso storico", voluto proprio da Aldo Moro. Fu il motivo scatenante, secondo l'autore, che portò Aldo Moro ad essere bersagliato da un fuoco amico: non solo da esponenti filocomunisti, ma da un avverso numero di membri della Democrazia Cristiana. Un enorme complotto, che non risparmiò neppure Berlinguer, personalità politica che riuscì nel famoso compromesso, ma che Rocco Turi non risparmia nella sua indagine sostenendo che la morte singolare del segretario del PCI, avvenuta per un ictus nel 1984, non sia stata accidentale.

Un volume che non merita di essere letto con superficialità, da chi pensa di sapere già tutto sulla "vicenda Moro", convinto che la storia non debba più raccontare nulla. Storia segreta del PCI si rivela come uno scritto ampiamente documentato, con una indagine meticolosa e tenace. 

Clicca qui per acquistare il libro al 15% di sconto