Storia di un silenzio
Cattolicesimo e 'ndrangheta negli ultimi cento anni

Special Price €13,60

Prezzo Pieno: €16,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Scaffale universitario
2017, pp 246
Rubbettino Editore, Storia, Storia: argomenti specifici, Storia culturale e sociale, Filosofia e Religione, Mafie
isbn: 9788849852158
Tag: 'ndrangheta, novecento, criminalità, operazione marzano, guerre di mafia, locride, repubblica di caulonia, omertà, religione, mons. Bregantini, Concilio Ecumenico Vaticano II, processione, Giovanni Paolo II, scomunica

Il rapporto tra religione cattolica e ’ndrangheta è qui ricostruito in base a un’analisi propriamente storica, condotta su fonti d’archivio e su diversi organi di stampa. Il volume indaga su aspetti istituzionali, sociali e politici della storia del cattolicesimo, individuando una pluralità di campi e condizioni di sue compromissioni con la mafia nell’area meridionale della Calabria: il ruolo esercitato dal clero nelle comunità locali; lo stato delle confraternite; i riti sacramentali; le manifestazioni popolari della religiosità; l’esposizione politicoelettorale della gerarchia ecclesiastica e la stessa azione di assistenza e di cura dei bisogni sociali. Sotto il silenzio pubblico dell’episcopato, non erano mancate, però, alcune reazioni alla presenza delle organizzazioni mafiose. Hanno influito, poi, sui mutamenti della linea della Chiesa verso la mafia gli orientamenti generali dei pontificati, il Concilio Vaticano II, un nuovo atteggiamento dei vescovi e il contributo di una serie di preti, di movimenti e di gruppi di credenti, sensibili ai valori della cittadinanza.

+ Rassegna stampa

Potresti essere interessato ai seguenti libri