Stato e criminalità Oggi il dibattito sul libro di Società Libera (Il Quotidiano del Sud)

di Redazione, del 21 settembre 2015

Da Il Quotidiano del Sud 21 settembre

DECOLLATURA - La mafie esistono, sono una realtà, una seria realtà, si muovono coerentemente con propri criminosi obiettivi, fanno il loro lavoro. Ma siamo altrettanto certi di poter affermare le stesse cose sul contrasto da parte dello Stato e delle sue articolazioni periferiche? Un bel interrogativo, impegnativo e attuale. Proveranno a dare una risposta i partecipanti alla tavola rotonda prevista per oggi alle 17 nella sala del consiglio comunale di Decollatura. Il tema coincide con il volume di Società Libera: Stato e criminalità, un rapporto non sempre dicotomico. Il dibattito sarà aperto da Anna Maria Cardamone, sindaco di Decollatura. Parteciperanno: Sergio Angioli, assessore alle risorse europee della Regione Campania; Maria Carmela Lanetta, ex ministro degli Affari Regionali; Luisa Latella, prefetto di Catanzaro; Vincenzo Olita, direttore Società Libera; Florindo Rubbettino, editore, componente del direttivo Società Libera; Antonio Viscomi, vice presidente della Giunta regionale della Calabria. Moderatore sarà Gianfranco Manfredi. Alla tavola rotonda avrebbe dovuto partecipare anche Luigi De Sena, ex vicepresidente della Commissione bicamerale Antimafia, purtroppo scomparso nelle ultime settimane. Il volume al Decollatura centro del dibattito raccoglie sedici saggi sul ruolo che lo Stato dovrebbe assumere nel contrasto alla criminalità organizzata: interventi che puntano a far ragionare sul fenomeno mafioso, senza luoghi comuni ma uscendo anche da certi schemi, fino ad arrivare al «politicamente scorretto».

Clicca qui per acquistare il volume al 15% di sconto