Sono Chiesa anch'io. Il ruolo dei laici e il rinnovamento (Vita Monastica)

di Redazione, del 22 gennaio 2015

Sono Chiesa anch’io

Il ruolo dei laici e il rinnovamento

Da Vita Monastica

Claudio Ubaldo Cortoni è monaco di Camaldoli. Ha conseguito la licenza in teologia con specializzazione in storia della teologia. Fa teologia alla luce del divenire storico, perché solo così, a suo avviso è possibile comprendere l'evoluzione del pensiero teologico.
Infatti è convinzione di Cortoni che una determinata epoca storica produce una determinata teologia. Ha guidato settimane camaldolesi di dialogo tra diversamente credenti al fine di comprendere, alla luce di diverse visioni del mondo, le mutazioni antropologiche di cui è protagonista l'uomo contemporaneo.
C.U.Cortoni nel presente saggio traccia la storia dei laici nella Chiesa dalle origini all'età contemporanea. Mette in luce che San Francesco ha rappresentato una novità per la chiesa ed è stato un profeta scomodo, anche, perché ha rivendicato per i laici il diritto di proclamare il Vangelo, nelle strade del mondo e in Chiesa.
In particolare mostra che secondo il sentire della Chiesa primitiva e alla luce del pensiero dei Padri della Chiesa il popolo di Dio è articolato in clerici, religiosi e laici. Ed evidenzia che, di contro, da Lucio III a Bonifacio VIII la Chiesa ha visto con un certo sospetto quei movimenti laicali che hanno preso in mano autonomamente, senza l'autorizzazione delle autorità ecclesiastiche, le Sacre Scritture leggendole in volgare.
L'Autore mette poi in rilievo che secondo il padre conciliare Y. Congar il rinnovamento della Chiesa verrà dai laici, anche attraverso le teologie contestuali.
La visione del monaco camaldolese è in armonia con il compito al quale sono chiamati i credenti laici nella Chiesa del post-concilio. Infatti, i laici in una Chiesa aperta, non più espressione di un recinto sacro, sono tenuti a servire il mondo, facendo ricorso alle proprie conoscenze e competenze specifiche alla luce della teologia delle realtà terrene e delle professioni (cfr., C. Molari, La vocazione cristiana oggi. Laici in ascolto della Parola e della Storia, Cittadella Editrice, Assisi 2014).
Ciò detto, in questo quadro mi piace sottolineare che sempre Cortoni in un suo contributo apparso nel volume a più voci Perle del Concilio, EDB 2012 ricorda che neppure a un monaco è concesso di astenersi dall'impegno nel mondo, per alleggerire i popoli della terra dai loro pesi.
CLAUDIO UBALDO CORTONI, Sono Chiesa anch'io. Il ruolo dei laici e il rinnovamento, Rubbettino Editore, Soveria Mannelli 2013, pp. 78, Euro 10

clicca qui per acquistare il volume con il 15% di sconto