Solidarność 20 anni dopo
Analisi, testimonianze e eredità

A cura di ,

Special Price €8,50

Prezzo Pieno: €10,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Saggi
2002, pp 186
Rubbettino Editore, Società e scienze sociali
isbn: 9788849805161
Danzica, 14 agosto 1980: l'ondata di scioperi che da settimane coinvolge la Polonia raggiunge i cantieri navali 'Lenin'. Due settimane dopo, in quei cantieri viene creato il primo sindacato indipendente in un regime comunista, 'Solidarnos´c´', cui si iscrive nel giro di pochi mesi metà dei lavoratori polacchi. Nove anni dopo , con l'intermezzo dello stato di guerra, di una dura repressione e di crisi economiche e politiche , la Polonia è il primo paese dell'Est a darsi, in modo totalmente pacifico, un governo democratico e non comunista. Il muro di Berlino ha i giorni contati.Gli avvenimenti polacchi dell'80 rimangono tra quelli più sorprendenti ma anche più complessi della seconda metà del ventesimo secolo. Suscitarono, nel mondo e in particolare in Italia, curiosità, ammirazione, sconcerto nonché un movimento di solidarietà trasversale mai visto prima. A distanza di vent'anni, è lecito domandarsi cosa sia stata in realtà Solidarnos´c´ , un sindacato, un partito, una rivoluzione, una controrivoluzione? , e quali ne siano stati gli effetti, per il mondo ma anche, nel suo 'piccolo', per la cultura politica e civile italiana.Questo libro è il primo tentativo, a distanza di anni, di sviluppare una riflessione pacata sugli avvenimenti del 1980 nonché una memoria più precisa della 'solidarietà con Solidarnos´c´' da parte italiana. Raccoglie pareri di esperti e testimonianze di protagonisti, e il quadro che ne esce unisce avvenimenti di portata storica con l'immagine nitida di uomini e donne in carna e ossa.