Segretarie, il catalogo è questo (Quotidiano Nazionale)

di Loredana Del Ninno, del 11 gennaio 2016

Dal Quotidiano Nazionale del 9 gennaio

C'erano una volta le segretarie che il cinema, la letteratura e persino le barzellette confinavano in due rigide e stereotipate categorie. Appariscenti, di scarsa intelligenza e nate per sedere sulle ginocchia del capo alcune, racchie, efficientissime e zitelle per vocazione le altre. L'universo della segretaria del terzo millennio è invece assai più vasto e variopinto. Almeno secondo Mario Benedetto, che all'argomento ha dedicato un divertente saggio ("Fenomenologia della segretaria", edito da Rubbettino) , con prefazione di Albano Carrisi, nell'insolita veste di critico letterario. Si va dalla colorita e debordante Cecioni, alla sobria e riservatissima 'Segretata' passando per l'algida e inflessibile, modello Rottenmeier'. E che dire della 'Madre superiora, assistente spirituale più che segretaria o della Dagospia, tipologia a rischio in quanto irresistibilmente attratta dal pettegolezzo? La carrellata dipinta da Benedetto è ampia e include anche la possibilità di imbattersi in un Segretario, figura comune in ambito militare ed ecclesiastico. Uomini e vizi privati a parte, le segretarie restano comunque fedeli e pronte a sacrificarsi per il Capo, quello con la c maiuscola. Creature complesse, sanno vivere nell'ombra da dove, moderne Mazarine', orchestrano il potere. E finiscono col fare insospettati passi avanti.

di Loredana Del Ninno

clicca qui per comprare il volume con il 15% di sconto