Sangue garibaldino sulla Vistola (Corriere della Sera)

di Redazione, del 10 giugno 2013

Dal Corriere della Sera del 8 giugno 2013

Storia d'amore e di morte nella Polonia del 1863 contesa da russi, prussiani e austriaci; protagonisti alcuni patrioti italiani recatisi a combattere là dove scorre la Vistola spinti dal solo ideale di libertà. È quanto racconta Vito Catalano in La sciabola spezzata Rubbettino. Un breve romanzo di ricercata secchezza, tutto giocato sull'azione e su dialoghi stringati, come il concentrato di un racconto alla Dumas con momenti di atmosfera western. Basato su uno storico atto d'eroismo, quello in cui, con alcuni compagni in camicia rossa, il bergamasco garibaldino.
Francesco Nullo scelse d'immolarsi nella Polonia preda dei cosacchi, il romanzo di Catalano (nipote di Leonardo Sciascia) vuol dimostrare come l'Ottocento sia stato il secolo del sentire patriottico in nome della libertà e dell'indipendenza di tutte le patrie. Qui a narrare è un giovane ardimentoso siciliano, anche lui, come Nullo, tre anni dopo' epopea garibaldina che portò all'unità d'Italia, recatosi a morire in Polonia per l'indipendenza di quel Paese.

di Matteo Collura

Clicca qui per acquistare il volume con il 15% di sconto