Salvo Vitale

Biografia
Salvo Vitale è nato a Cinisi il 16-08-1943. Nel 1969 si è laureato in Filosofia presso l’Università di Palermo ed ha insegnato Filosofia e Storia nei licei sino al 2003. Ha collaborato con Peppino Impastato condividendone le esperienze politiche e continuandone l’attività, dopo la sua morte. Tra i suoi scritti: “Quasi un urlo di libertà”,( ed. della Battaglia 1996) “Peppino è vivo”,(Edizioni EGA Torino 2008), “Onda Pazza” (edizioni Stampa Alternativa Roma 2008) , “Onda Pazza 2” (Stampa alternativa, Roma 2009), “Radio Aut” (edizioni Alegre 2008), “La radio dei poveri cristi di Danilo Dolci”(ed.Navarra 2008), “Amore non ne avremo” (poesie di Peppino Impastato), (ed. Navarra 2008), “Arrangiamenti (rabbia in versi)” (ed. Navarra 2010), “Il tempo, i luoghi, gli uomini” (ed. Navarra 2013), “Cento passi ancora” (ed. Rubbettino 2014), "Naufragio del tempo" (versi 1961-68 ed.Barone Trapani 2016), "Era di passaggio" (cronache, articoli, curiosità su Peppino Impastato, ed. Navarra 2016). Il suo lavoro più noto è “Nel cuore dei coralli” (Rubbettino 1996), una biografia su Peppino Impastato, alla quale si è ispirata la sceneggiatura del film “I cento Passi”, dove egli è uno dei protagonisti: il libro è stato ripubblicato in una nuova edizione del 2008, e aggiornato nel 2016 con il titolo “Peppino Impastato, una vita contro la mafia”.  Collabora con Antimafia Duemila e con altri giornali, riviste e blog. si occupa di educazione alla legalità, di educazione antimafia nelle scuole, ha curato, per 10 anni, il sito www.peppinoimpastato.com, attualmente cura il sito www.ilcompagno.com  e collabora con l’emittente  Telejato.