Rubbettino Editore si schiera a favore dell’Associazione Cataratta Congenita e appoggia la campagna #IoSonoBocelli ()

di Redazione, del 19 marzo 2015

I piccoli guerrieri della luce

Storie di bambini, genitori e della loro battaglia contro la cataratta congenita

Rubbettino Editore sostiene l'Associazione Cataratta Congenita e ne condivide l'indignazione verso la pagina Facebook "Guardare l'eclissi solare con Bocelli", segnalata in massa dai membri dell'associazione e non solo, ma tuttora esistente perché ritenuta dagli amministratori del social network non offensiva.
La pagina prende in giro la condizione di cecità di Andrea Bocelli, e quindi tutti quelli nella sua stessa condizione, mettendo il tenore in una serie di situazioni grafiche ridicole e di cattivo gusto. Foto che più di stimolare risate, lasciano basiti di fronte a tanta vacuità di intelletto.
Da qualche tempo spopolano su diversi social network questi meme, immagini modificate che in nome dei like e delle condivisioni spostano sempre più in basso l'asticella del buonsenso.
Condivisioni, like e commenti infatti si sprecano, tant'è che la community virtuale in questione nella giornata di ieri ha raccolto circa 4000 consensi, attirando l'attenzione e urtando la sensibilità di tutti coloro che con la disabilità, e i problemi che comporta,  convinvono in maniera diretta o indiretta ogni giorno.
L'Associazione Cataratta Congenita, nata nel 2013 come comunità di sostegno per genitori con figli affetti da questa patologia, si è subito mobilitata per far rimuovere la pagina attraverso numerose segnalazioni dirette al Social Network. La risposta inaspettata da parte dell'amministrazione Facebook non tarda ad arrivare e suona come un ulteriore sberleffo: "la pagina non verrà chiusa perché rispetta gli standard della comunità". Ci si chiede allora quali siano oggi gli standard di riferimento. Il sarcasmo feroce e incontrollato che gioca sulle sofferenze altrui? La mancanza di empatia e solidarietà verso chi vive davvero delle condizioni di disabilità?
L'Associazione Cataratta Congenita dunque parte da questa provocazione per lanciare la campagna #IoSonoBocelli.
La conoscenza e l'informazione sono le uniche armi che possono combattere la superficialità mossa dall'ignoranza. Ne sono convinti quelli dell'Associazione Cataratta Congenita, e ne è convinto l'editore Rubbettino che pochi mesi fa, in collaborazione con l'A.C.C. ha pubblicato il libro "I piccoli Guerrieri della luce", una serie di racconti scritti personalmente dai genitori di quei bambini affetti da cataratta congenita che ogni giorno lottano, insieme alle loro famiglie, una speciale battaglia per conquistare una vita simile a quella di tutti gli altri bambini della loro età.
Una vita che merita rispetto.

Per saperne di più sull'Associazione Cataratta Congenita, sulle battaglie da essa condotte, su le difficoltà e le vittorie di chi ne fa parte, qui il libro I Piccoli Guerrieri della Luce