Premio Tramonte ()

di Redazione, del 10 febbraio 2016

Per tesi universitarie – laurea magistrale - sul tema della legalità
Dedicato alla memoria di Francesco Tramonte
II Edizione 2016
Art. 1 – Il coordinamento di Catanzaro dell'associazione Libera, Unipol e la casa editrice Rubbettino istituiscono per l'anno 2016 n. 1 (uno) premio di tesi a favore di laureati delle Università italiane, nati o residenti in uno dei Comuni della Regione Calabria, che abbiano discusso una tesi di laurea sul tema della legalità, tra il 30 aprile del 2014 e il 30 marzo del 2016.
Il premio di tesi è dedicato alla memoria di Francesco Tramonte, vittima innocente della violenza mafiosa ucciso a Lamezia Terme, nell'adempimento della propria attività lavorativa, il 24 maggio del 1991.
Art. 2 – il premio, dell'importo di Euro 1.000,00 (mille)
Art. 3 – Possono partecipare al presente avviso i laureati nati o residenti – al momento della discussione della tesi o alla data di pubblicazione dell'avviso - in uno dei comuni della Regione Calabria di tutte le facoltà delle Università pubbliche italiane, che abbiano discusso una tesi di laurea magistrale tema della legalità tra il 30 aprile del 2014 e il 30 marzo del 2016. Le tesi dovranno essere scritte in lingua italiana.
Art.4 – Per partecipare al presente avviso pubblico, le domande dovranno essere spedite o fatte pervenire a Rubbettino Editore, Viale Rosario Rubbettino, 10, 88049 Soveria Mannelli (Cz).
Il termine di presentazione delle domande SCADE alle ore 12.00 del 8 aprile 2016. Nel caso di presentazione tramite spedizione postale, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, farà fede la data del timbro postale d'invio.
Sulla busta dovrà essere SEMPRE indicato "Premio di tesi dedicato alla memoria di Francesco Tramonte".
Art. 5 – Libera Catanzaro provvederà all'istituzione di un'apposita commissione giudicatrice composta da personale qualificato. La scelta dei membri della Commissione giudicatrice verrà effettuata coerentemente con le materie e le aree disciplinari delle tesi presentate.
Le tesi saranno valutate a insindacabile giudizio della Commissione.
I criteri di valutazione delle tesi presentate tengono in particolare considerazione:
a) la pertinenza dell'argomento di tesi alle tematiche della legalità;
b) l'originalità nell'approccio al tema della legalità e nell'analisi svolta;
c) la validità metodologica.
Entro il 15 maggio 2016 la Commissione giudicatrice formulerà la graduatoria di merito.
Art. 6 – I concorrenti dovranno presentare in busta chiusa:
a) domanda di partecipazione al concorso redatta in carta semplice;
b) fotocopia di un documento di identità personale in corso di validità;
c) una copia stampata della propria tesi di laurea completa del frontespizio, in lingua italiana, e minimamente rilegata;
d) abstract stampato della tesi di non più di due pagine, in lingua italiana più l'indice della tesi, completo del frontespizio;
e) certificato di laurea in carta semplice;
f) liberatoria per la privacy;
g) copia su CD/ROM della tesi integrale.
Art. 7 – Saranno esclusi dal concorso i candidati che presenteranno tesi di Laurea non attinenti, che non abbiano i requisiti di cui presente bando o che presentino domanda ed annessa documentazione incompleta e/o in tempi difformi a quelli indicati nel bando stesso.
Art. 8 – In caso di rinuncia da parte della vincitore, a giudizio insindacabile della Commissione giudicatrice, il premio potrà essere messo a disposizione scorrendo l'ordine della graduatoria ovvero potrà non essere assegnato.
Art. 9 – Le copie delle tesi di laurea presentate al concorso non verranno restituite.
Art 10 – La partecipazione al concorso implica l'accettazione di tutte le norme previste nel presente bando.
PER INFORMAZIONI:
scrivere a Libera Catanzaro (coordinamentoliberacatanzaro@gmail.com)