Pensioni: una riforma per sopravvivere
Prospettive europee per il modello a capitalizzazione

Special Price €6,80

Prezzo Pieno: €8,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Collana dell'Istituto Bruno Leoni
2004, pp 96
Rubbettino Editore, Economia e Finanza, Finanza e contabilità, Biblioteca liberale, Collana dell'Istituto Bruno Leoni
isbn: 9788849809268
Prefazione di Giancarlo Pagliarini
In questo libro , che raccoglie vari articoli dell'economista José Piñera , si racconta la vicenda di un paese, il Cile, che all'inizio degli anni Ottanta è riuscito a trasformare in senso liberale quel sistema pensionistico che tante legittime preoccupazioni suscita in Europa e soprattutto in Italia. E come vi sia riuscito puntando sul principio della libertà di scelta. Consentendo ai cileni d'investire nel loro futuro, il giovane Piñera ha traghettato l'economia del paese latino-americano da una previdenza pubblica ad una privata e concorrenziale, e in tal modo ha permesso pure a rilevanti risorse di essere a disposizione dell'economia produttiva.
Grazie a quella scelta coraggiosa, nel Cile di oggi vi sono milioni di lavoratori-capitalisti che possono guardare con ottimismo al futuro, poiché la loro pretesa di disporre di un vitalizio poggia su risorse effettivamente accantonate ed investite. Un altro effetto rilevante della riforma è stato quello di abbassare notevolmente il costo del lavoro, consentendo all'economia di crescere a ritmi impetuosi.
In sostanza, Piñera mostra come la libertà di scelta produca buoni frutti, mentre la statizzazione del sistema previdenziale produce fatalmente irresponsabilità, sprechi e parassitismi.