Pellegrino Rossi
Giurista, economista e uomo politico (1787-1848)

A cura di Michele Finelli

Special Price €13,60

Prezzo Pieno: €16,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Università fuori collana
2011, pp 274
Rubbettino Editore, Biografie e storie vere, Biografie, Personaggi storici, politici e militari
isbn: 9788849830538
L’edizione degli atti del convegno Pellegrino Rossi. Giurista, economista e uomo politico (1787-1848) concorre a tracciare un bilancio storiografico esauriente su Pellegrino Rossi nel 150° anniversario dell’Unità d’Italia grazie anche alla varietà dei contributi e all’equilibrio dei temi affrontati. Marco Manfredi propone una biografia intellettuale di Pellegrino Rossi, offrendo un’analisi complessiva della sua formazione, lontana dallo schema agiografico del “romanzo politico” sovente adottato per il carrarese. Marco Cini e Alessandro Volpi si sono occupati degli aspetti scientifici e culturali della sua attività: il primo concentrando l’attenzione sul Rossi economista e il nascente legame con la Francia di Luigi Filippo e Guizot; il secondo approfondendo il difficile rapporto con l’Antologia di Vieusseux, indice del progressivo distacco politico e culturale dalla penisola. Il ruolo di ambasciatore francese in Vaticano è documentato da Umberto Chiaramonte, che descrive il delicato rapporto di Rossi con Gregorio XVI e le gerarchie vaticane e il consolidamento della collaborazione con Pio IX. Marco Severini e Michele Finelli si sono confrontati con il Rossi primo ministro: Severini offrendo uno spaccato del giudizio maturato nei confronti del governo nelle Legazioni Pontificie, Finelli offrendo un bilancio storiografico su quei due travagliati mesi. Il legame con la città natale, Carrara, è presentato con sfumature diverse da Luisa Passeggia e Rosa Maria Galleni Pellegrini. Il tema del monumento nazionale, affrontato da Luisa Passeggia, offre uno spunto di riflessione sulla costruzione dell’“italianità” di Rossi, mentre le pagine di Rosa Maria Galleni Pellegrini ci riconducono agli affetti familiari e agli amici di Carrara. Dalla presentazione di Romano Paolo Coppini (Università di Pisa)