Patrioti, politici, imprenditori
La famiglia Cataldi e lo stabilimento termale Caronte tra '700 e '900

Special Price €21,25

Prezzo Pieno: €25,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Storie d'Impresa
2016, pp 392
Rubbettino Editore, Storia, Storia: argomenti specifici, Storia industriale
isbn: 9788849846041
Prefazione di Renata De Lorenzo

La marginalità è stata la categoria interpretativa più usata da quanti hanno trattato i problemi della modernizzazione dei piccoli centri del sud Italia. Su tale idea di marginalità influì una storiografia condizionata da quelle situazioni paradigmatiche che individuavano nei contesti urbani del Nord il fulcro della storia nazionale. Recenti studi mostrano che anche in un ambiente ricco di persistenze come quello calabrese i cambiamenti in senso capitalistico, già nei primi anni del ’700, sfaldarono gli assetti socioeconomici delle comunità di antico regime. Ne è la conferma la storia dello stabilimento Caronte, fondato da Giangaleano Cataldi nel 1716. Proprio in quell’anno nasce a Sambiase una nuova entità economica, lo stabilimento termale, e con essa nuove identità sociali: l’imprenditore termale che acquista le antiche sorgenti della badia dei SS. Quaranta Martiri trasformandole in moderno centro di cura; e il curista termale un puro consumatore che sostituisce il pellegrino alla ricerca della salute, consumatore impuro di un’economia morale rassegnata a lasciare spazio al mercato.