Parco dell'Appennino Lucano
Guida narrata

Special Price €8,08

Prezzo Pieno: €9,50

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Varia
2010, pp 112
Rubbettino Editore, Guide naturalistiche
isbn: 9788849827576
L'Appennino lucano, la Val d'Agri e il Lagonegrese. Qui c'è l'humus di una terra che vuole guadagnarsi ogni giorno la sua dignità e il suo prestigio in modo di essere alla ribalta non solo locale . Soprattutto con la forza delle sue idee e la capacità di progettare il futuro.
Il Parco deve essere dunque un motore di cambiamento radicale per la vita dei suoi abitanti, anzitutto, così come lo «disegna» in questo libro Rocco De Rosa, che del neonato Parco nazionale ci parla raccontando uomini e cose, passato e presente, peculiarità e risorse. La sua è una narrazione simile a una cronaca degli eventi integrata dalle foto, che hanno a loro volta il significato del testo scritto.
Questo non è un saggio, ma un racconto: preciso, puntuale nelle descrizioni, scrupoloso e attento. un'opera utile, per far conoscere il nuovo Parco nazionale lucano, con l'intento di legare il lettore a una realtà degna di essere visitata nei minimi particolari. Un viaggio in questa nuova area protetta ci porta dunque a scoprire tesori inesplorati e ambienti sui quali l'attenzione di tutti fino a oggi si era concentrata forse molto poco. Basti pensare al passato di queste terre, all'archeologia, alle caratteristiche geologiche del territorio e naturalmente alla sua capacità di alimentare un turismo in grado di mettere in moto altre leve e altre possibilità di crescita. La natura qui è stata particolarmente generosa con gli uomini, i quali debbono prodigarsi per mettere a frutto un'eredità del genere.
Il ruolo della Regione Basilicata continuerà a essere, pertanto, estremamente attivo e dinamico. Il Parco richiede impegno e una forte iniziativa da parte di tutti i protagonisti per essere davvero quello che la legge vuole: un'area protetta e non una zona semplicemente recintata che non servirebbe a nulla. Oltretutto siamo nell'anno della biodiversità, un valore aggiunto che si somma ad altre risorse importanti. Ecco perchè la Regione avrà cura di questa realtà nell'intento di costruire qualcosa di utile, soprattutto alle popolazioni e ai giovani, interessati a non abbandonarla. è l'obiettivo fondamentale da raggiungere. La sfida da vincere in ogni caso.
Vito De Filippo
Presidente della Regione Basilicata