Nuovo cinema italiano una guida per "vederlo" (la Repubblica)

di DARIO PAPPALARDO, del 04 marzo 2013

da la Repubblica del 3 marzo 2013

Il cinema italiano è morto. Viva il cinema italiano. Periodicamente la settima arte di casa nostra viene data per defunta o per rinata. Si parla di "crisi" di idee e di sceneggiatori, ma poi fiorisce una generazione che vanta sia idee che sceneggiature, e pure buone. Insomma, la verità sulle condizioni del grande schermo, forse, sta nel mezzo. Certamente, qualcosa si è mosso nel panorama dell'ultimo decennio. Parte da questo assunto Istantanee sul cinema italiano, eterogenea raccolta di saggi a cura di Franco Montini, presidente del Sindacato nazionale critici cinematografici italiani, e di Vito Zagarrio, professore al Dams di Roma Tre. Si tratta di una ricognizione a più voci sulla macchina produttiva del cinema (vedi l'interessante contributo di Barbara Corsi, che in breve ripercorre anche lo scandaloso duopolio degli anni OttantaNovanta) , ma pure su autori, interpreti, generi, fiction televisive. Non viene tralasciato uno spazio per il documentario che, grazie a un pugno di film maker (tra gli altri, vengono citati Di Costanzo, Marcello, Pannone, Vicari), gode (finalmente) di un qualche interesse. Si salta da un saggio all'altro e, forse, si torna a sperare

DI DARIO PAPPALARDO