Nuove prospettive per l'aeronave

Special Price €7,23

Prezzo Pieno: €8,50

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: CeMiSS
2005, pp 118
Rubbettino Editore, Fuori Catalogo
isbn: 8849810423
II dirigibile ha rappresentato il primo, concreto tentativo da parte dell'uomo di sviluppare una tecnologia che realizzasse il sogno di Icaro. Nell'arco di 80 anni, a partire dal primo volo documentato nel 1856, la storia del dirigibile, per quanto intensa ed entusiasmante, poteva essere considerata conclusa. In maniera retrospettiva è interessante osservare come l'aeronave non abbia potuto godere dei benefici dell'immenso progresso tecnologico che invece è alla base della aeronautica moderna come oggi noi la conosciamo. Oggi, grazie alle tecnologie disponibili sul mercato, le peculiarità notevoli di questo mezzo (endurance, ampio raggio di azione, elevati payload ed altitudine operativa, bassa velocità, etc.) possono essere utilizzate efficacemente per una serie di ruoli operativi - dal controllo e monitoraggio del territorio, alla lotta all'immigrazione, al controllo e coordinamento di tenitori urbani ed azioni di soccorso e gestione delle emergenze ambientali -. Nel presente volume, vengono esaminati e discussi, a partire dalle caratteristiche tecniche di questo mezzo di trasporto ed alla luce delle nuove tecnologie oggi disponibili sul mercato, gli effettivi potenziali di impiego, sia civili sia militari, con particolare riferimento alle esperienze internazionali ed ai potenziali campi di applicazione nell'ottica degli interessi di difesa italiani.
Al momento della stesura finale di questo documento, negli Stati Uniti, il progetto High Altitude Airship (HAA) che prevede, nell'ambito dell'iniziativa Homeland security, la realizzazione di 12 aeronavi d'alta quota entro il 2010, per il controllo della movimentazione dei containers, nonostante i drastici tagli di bilancio per l'anno fiscale 2005-2006, è stato interamente finanziato per un costo complessivo di circa 90 milioni di dollari.