Mirella Cassarino

Mirella Cassarino insegna Lingua e letteratura araba presso il Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania. Dopo essersi occupata di teoria della traduzione presso gli Arabi fra l’VIII e l’XI secolo (Traduzioni e traduttori arabi fra l’VIII e l’XI secolo, Salerno Editrice, 1998) e di vari aspetti della prosa d’adab, in particolare dell’opera di Ibn al-Muqaffa‘ (L’aspetto morale e religioso nell’opera di Ibn al-Muqaffa‘, Rubbettino, 2000; Ibn al-Muqaffa‘, Il libro di Kalila e Dimna, trad. dall’arabo, introd. e note a cura di A. Borruso e M. Cassarino, Salerno Editrice, 1998), ha rivolto la propria attenzione anche alle Mille e una notte (ha curato la scelta antologica Le mille e una notte. Le storie più belle, Einaudi, 2006), alle varietà linguistiche e alla produzione culturale nella Sicilia islamica (fra le sue pubblicazioni in questi ambiti: Les caractéristiques linguistiques des diplômes et des ǧarā’id arabes de Sicile, in L. Bettini e P. La Spisa (eds.), Le moyen arabe et l’arabe mixte: un choix volontarie de registre? Recherches sur les sources médiévales, modernes et contemporaines, «Quaderni di Semitistica», 2012; Palermo experienced, Palermo imagined, in A. Nef (ed.), A Companion to Medieval Palermo, Brill, 2013), nonché al Kitāb al-Imta‘ wa’l-mu’ānasa di Tawḥīdī (m. 1023), opera strutturata in notti composta da uno dei più interessanti intellettuali e letterati arabi del X secolo.

Tutti (5)
Autore (2)
Curatore (3)