Matrimonio e famiglia (L'Avvenire)

di MAURIZIO SCHOEPFUN, del 03 ottobre 2013

Da L'Avvenire del 03/10/2013

Scomparso nel 1999, all'età di sessant' anni, il sacerdote veneziano Angelo Tosato è stato uno studioso poliedrico e originale. Come ricorda il cardinale Ravasi nella premessa di questo ampio volume, egli si è distinto per aver investigato in particolare tre ambiti del sapere teologico, il primo dei quali «fu quello dello spoglio accurato e acuto della documentazione biblica sull'istituto matrimoniale e famigliare, un materiale molto variegato e complesso che passava dall'antico Israele, giungeva al giudaismo intertestamentario (Qumran) e approdava alla Chiesa delle origini cristiane». Il secondo filone di ricerca in cui Tosato offrì contributi di sicuro interesse lo condusse a esaminare i rapporti tra la Sacra Scrittura e le moderne istituzioni economiche: a lui si deve, tra l'altro, la cura dell'edizione italiana del noto lavoro di Michael Novak, Lo spirito del capitalismo democratico e il cristianesimo, un testo che fece epoca e che offrì il destro a innumerevoli confronti e discussioni. Molto significativa fu pure l'attenzione che Tosato riservò all' «ermeneutica cattolica che - afferma ancora Ravasi - ha una prova significativa nel suo saggio diacronico su un tema sincronico, quello matrimoniale a lui caro: è lo studio sul Magistero pontificio e Sacra Scrittura, ove egli insegue l'evoluzione che si può cogliere sulla questione nuziale nella sequenza magisteriale da Leone XIII fino a Giovanni Paolo II, passando attraverso Pio XII e Giovanni XXIII».
Come ben si comprende sin dal titolo, questo libro permetterà al lettore di conoscere alcuni apporti assai rilevanti offerti da Tosato in merito alle questioni del matrimonio e della famiglia nell'antica tradizione ebraica e nel cristianesimo delle origini.
Nei contributi riprodotti nel volume sono affrontati vari temi, tutti particolarmente stimolanti, tra i quali segnaliamo: il significato biblico del termine «vedovanza», il problema del trasferimento dei beni nel matrimonio israelitico, l'interpretazione di alcuni passi della Scrittura relativi alla dimensione sponsale e familiare. Un posto centrale nel volume, e nell'intero percorso di studio di Tosato, è occupato dall'ampio saggio intitolato L'istituto famigliare dell'antico Israele e della Chiesa primitiva, risalente al 1997.
Da esso emergono bene l'originalità e l'acutezza con le quali 1 autore sapeva avvicinare il testo sacro, cogliendone tonalità e sfumature non sempre da altri adeguatamente valutate. Per Tosato, tale atteggiamento intellettuale aveva un ben preciso scopo pastorale: «Quale "nuova evangelizzazione" - scriveva - può essere realizzata da parte cristiana, quale inculturazione della fede può essere promossa, senza assiduo, venerante studio previo delle Sacre Scritture?»

DI MAURIZIO SCHOEPFUN

Clicca qui per acquistare Matrimonio e famiglia al 15% di sconto