Lo sperimentalismo tra Pasolini e la neoavanguardia (1955-1965)

Special Price €11,05

Prezzo Pieno: €13,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Saggi Brevi di Letteratura Antica e Moderna
2002, pp 248
Rubbettino Editore, Letteratura, Poesia e Teatro, Storia e critica letteraria
isbn: 9788849804713
La stagione dello sperimentalismo degli anni ''50 e ''60 si staglia nel panorama della letteratura italiana del Novecento come un momento di particolare travaglio intellettuale e creativo. Questo lavoro scruta nel fondo di quegli anni, collocando all'interno di una indagine di natura storiografica gli affondi critici riguardanti gli scrittori che ne furono protagonisti. I due fuochi dell'analisi, lo sperimentalismo facente capo alla rivista "Officina" e quello della neoavanguardia, contribuiscono a mettere in risalto la complessità e la fecondità del groviglio di discussioni, di idee e di opere che caratterizzò quel periodo, e soprattutto le difficoltà di una sistemazione storiografica che intenda sfuggire al rischio di incapsulare in griglie rigide e precostituite autori e testi. l'intero discorso viene condotto alla luce dello sperimentalismo, inteso come categoria letteraria ricorrente se non addirittura costante, di cui l'avanguardia costituisce il momento di massima accensione.

Potresti essere interessato ai seguenti libri