Linee guida per i paesaggi industriali in Sardegna

A cura di ,

Special Price €15,30

Prezzo Pieno: €18,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana:
2015, pp 160
Rubbettino Editore, Ambiente e Territorio, Geografia, Guide naturalistiche
isbn: 9788849843484

La Convenzione Europea del Paesaggio (Consiglio d’Europa, 2000) poggia su un assunto fondamentale: tutto il territorio è paesaggio e, in quanto “ambiente di vita” delle popolazioni, la sua qualità paesaggistica è un tema politicamente rilevante. I luoghi della produzione sono non solo parte del paesaggio che vediamo, ma soprattutto luoghi del lavoro, luoghi della vita quotidiana. La loro qualità paesaggistica sembra un problema inaffrontabile, quasi da non sollevare, rispetto alle pressanti esigenze economiche e sociali dettate dalla crisi globale. Eppure, proprio in periodi di crisi emerge l’attenzione per la qualità come fattore di sviluppo. Ciò implica passare dalle logiche della “compatibilità” ambientale (non di rado, puramente cosmetica) a quelle della “progettualità”, assumendo il paesaggio come paradigma progettuale. Lo spostamento dell’attenzione dagli impianti produttivi ai paesaggi industriali, come luoghi del lavoro, contesti di vita, patrimoni culturali identitari, nella concezione della Convenzione Europea del Paesaggio, è infatti un’implicita affermazione del ruolo del paesaggio nell’organizzazione territoriale dell’assetto produttivo, nella sua qualificazione, nelle sue prospettive di sviluppo e nella sua capacità competitiva. Le Linee guida per i paesaggi industriali in Sardegna sono il risultato di un lavoro di ricerca del Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche per il Territorio del Politecnico di Torino, commissionato dalla Regione Autonoma Sardegna, Assessorato degli Enti Locali, Finanze e Urbanistica, nell’ambito delle attività dell’Osservatorio della pianificazione urbanistica e qualità del paesaggio. In accordo con gli indirizzi derivanti dalla pianificazione paesaggistica regionale, le Linee guida approfondiscono i fenomeni relativi al tema dei paesaggi produttivi, in senso lato, e le specifiche situazioni problematiche per il paesaggio generate dalle attività industriali, estrattive e della produzione di energie rinnovabili nella Regione. Proponendo metodi, indirizzi ed esempi progettuali, il presente volume si rivolge alle amministrazioni locali, ai progettisti, ai pianificatori e ai valutatori.