Le nuove frontiere della storiografia filosofica
Atti del I Convegno Nazionale

Special Price €20,40

Prezzo Pieno: €24,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Varia
2003, pp 286
Rubbettino Editore, Fuori Catalogo
isbn: 8849807023
Introduzione di Girolamo Cotroneo
Uno dei punti di forza della cultura filosofica italiana, il settore in cui ha dato contributi di grande rilievo, è stata certamente la ricerca storiografica, che a partire dal secondo dopoguerra, con il progressivo esaurirsi della spinta data ad essa dallo storicismo idealistico, ha completamente rinnovato non soltanto i suoi metodi, ma anche il suo oggetto. Se infatti lo storicismo idealistico aveva allargato l'orizzonte della storiografia filosofica sino , e soltanto , alla storiografia politica, o etico-politica, i nuovi modelli filosofici lo allargavano fino a discipline , la scienza, anzitutto, ma anche la storia della cultura, delle idee , fino ad allora considerate estranee alla filosofia“in senso rigoroso”. Il Convegno messinese della Società Italiana di Storia della Filosofia, di cui in questo volume sono raccolti gli atti, si riallaccia idealmente al Congresso tenuto a Firenze nell'aprile del 1956, sui temi, appunto, della storiografia filosofica, che lanciò , soprattutto attraverso le relazioni di Eugenio Garin, Mario Dal Pra, Enzo Paci, le possibili linee di sviluppo di una storiografia filosofica rinnovata. Attraverso le relazioni di studiosi egregi , Davide Bigalli, Daniela Coli, Cinzia Ferrini, Giusi Furnari Luvarà, Giuseppe Giordano, Antonello Giugliano, Rita Medici, Aniello Montano, Gregorio Piaia, Paolo Quintili, Francesca Rizzo, Luigi Ruggiu , è possibile adesso constatare quali spinte ulteriori, rispetto a quelle ad essa impresse negli anni Cinquanta del Novecento, hanno portato la storiografia filosofica a toccare altri traguardi e raggiungere nuovi orizzonti.