La Tragedia

A cura di

Special Price €11,05

Prezzo Pieno: €13,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: CESPES - Fonti e studi
2017, pp 98
Rubbettino Editore, Filosofia e Religione
isbn: 9788849852646
Tag: tesauro

È passato molto tempo da quando Maria Luisa Doglio ha pubblicato, nel 1969, il dramma inedito di Emanuele Tesauro, Il libero arbitrio. Allora la bibliografia sull’autore del Cannocchiale aristotelico occupava lo spazio di una pagina. Nel corso degli anni i saggi sono vertiginosamente aumentati, a livello europeo. E ora sul Tesauro converge, sempre più diffusa, l’attenzione di studiosi di varie discipline: letteratura, retorica, estetica, teatro, storia, storia dell’arte, iconologia, antiquaria, simbologia, architettura, semiologia. Oggi il Tesauro è conosciuto a un pubblico più vasto, come personaggio di romanzo, grazie a Umberto Eco, a cui si deve anche la voce Metafora nell’Enciclopedia Einaudi. Tra le opere del massimo teorico dello stile nell’età barocca, i panegirici sono ancora poco studiati. Scritta e pubblicata nel 1664 per la morte di Madama Reale, Cristina di Francia, figlia di Enrico IV e sorella di Luigi XIII e, poco dopo, della giovane nuora Francesca di Borbone Orléans, La Tragedia fu poi compresa dal Tesauro stesso a chiusa della raccolta complessiva dei Panegirici. Della silloge risulta la tessera di maggior rilievo e quasi il manifesto, sia per il racconto della vita e della morte di Cristina, sia per le importanti dichiarazioni di poetica relative all’orazione funebre, sia come sorprendente preludio alle più note di Bossuet. L’Introduzione ripercorre l’intera serie di panegirici per Cristina. La Tragedia diviene il testo chiave non solo per celebrare ma per raccontare e «far vedere», attraverso il potere creativo della parola che «dà vita» e «fa durare», l’agire ‘eroico’ della Duchessa, madre «perfetta», maestra nell’insegnamento dell’arte di governo, reggente decisa ad assicurare la successione al figlio, donna giunta all’apice del potere e del successo, sottoposta, come tutti, all’improvviso mutare della sorte, alla sofferenza e al dolore.

Potresti essere interessato ai seguenti libri