La solitudine della ragione
Il caso Vinciguerra

Special Price €10,97

Prezzo Pieno: €12,91

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: La Politica
2001, pp 196
Rubbettino Editore, Fuori Catalogo
isbn: 8872849993
Questo libro offre il ritratto vivace e preciso di uno scrittore dalle molteplici vocazioni, profondamente intriso di liberalismo ed oggi ingiustamente dimenticato. Mario Vinciguerra, infatti, rappresenta un caso pressoché unico nella storia del liberalismo italiano, essendo stato rinchiuso per lunghi anni in carcere dal fascismo ed essendo, dopo il ’45 e soprattutto nel corso degli anni ’60, oggetto di continue accuse di fascismo dalla sinistra, sol perché denunciava le contraddizioni dell’incompiuta democrazia italiana, proponendo la revisione della Costituzione. Al pari di altri scrittori del calibro di Oriani, pur essendo fornito di alte doti di umanità e di un raro senso dell’amicizia, preferì la solitudine all’accomodamento ed al compromesso, capì con molto anticipo i punti d’approdo; e visse abbastanza per vedere verificato il suo pessimismo. Rizzo, giovanissimo, ebbe frequenti rapporti con lui, presentatogli da Benedetto Croce. L’autore offre quindi una testimonianza, anche diretta, del pensiero, oltre che della personalità complessiva, del Vinciguerra.