Wilhelm Roscher
La religione di un economista

A cura di Marcello Catarzi

Special Price €9,18

Prezzo Pieno: €10,80

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Riscontri
2004, pp LXXII+172
Rubbettino Editore, Fede e Spiritualità
isbn: 9788849810172
Prefazione di Carl Roscher
Nati in ambito familiare, ma concepiti sin dall'inizio come un progetto di autobiografia intima che nella sua frammentarietà e occasionalità sembra imitare il ritmo stesso della vita, i Geistliche Gedanken eines National-Oekonomen di Wilhelm Roscher sono una sorta di testamento spirituale dell'uomo di scienza e di fede. Pubblicate postume dal figlio Carl, ad un anno di distanza dalla morte dell'autore, queste“riflessioni religiose” si estendono quasi per tutta la seconda metà dell'Ottocento. Esse forniscono al lettore, pur nella diacronia della loro composizione, una prospettiva unitaria da cui poter guardare l'intera attività scientifica di Roscher, e coglierne così i presupposti metodologici, pienamente integrati con i suoi profondi convincimenti religiosi, con la sua concezione generale della storia e della posizione dell'uomo in essa. L'autore si misura con i problemi del proprio tempo, in particolare con quelli relativi alla scientificizzazione della disciplina da lui praticata, l'“economia nazionale”, ma presenta soprattutto una replica alla sfida della modernità e al processo di divisione del lavoro scientifico e di crescente specialismo e segmentazione dei vari settori della vita. Rispetto ai tentativi di liquidare o devitalizzare il passato, in quanto freno al processo di crescente accelerazione che caratterizza il tempo presente, o di ridurlo a semplice“antefatto dell'oggi”, la concezione religiosa della storia che Roscher esprime in quest'opera, costituisce un singolare tentativo di conservarlo, ridefinendolo secondo forme di sviluppo che conducono oltre la storia, senza riproporre però una fondazione ontologica di quest'ultima.