La pubblica utilità: l’IRI e le società elettriche controllate dall’oligopolio

Special Price €15,30

Prezzo Pieno: €18,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Scaffale universitario
2019, pp 250
Rubbettino Editore, Storia, Storia: argomenti specifici, Storia industriale, Economia e Finanza
isbn: 9788849857986

L’elettricità, il simbolo della modernizzazione. Oggi il sistema elettrico nazionale è in fase di liberalizzazione, ripercorrendo, quasi a ritroso, la storia dell’industria elettrica italiana. Infatti, prima della nazionalizzazione e delle creazione dell’ENEL nel 1962, il settore elettrocommerciale era amministrato da grandi aziende che, formando un oligopolio, riuscirono a dividersi il mercato, grazie al sostegno delle banche miste, del capitale straniero e al supporto dello Stato. Dunque, sia in epoca liberale, che fascista o repubblicana, l’industria elettrica privata rappresentava un elemento fondamentale del capitalismo italiano, con una storia fatta di intervento pubblico, banche, uomini e contraddizioni.

Potresti essere interessato ai seguenti libri