La presenza del Canto

Special Price €21,25

Prezzo Pieno: €25,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Varia Università
2012, pp 304
Rubbettino Editore, Società e scienze sociali, Antropologia
isbn: 9788849835373

Affidato all'oralità, e dunque al mutevole contesto, il canto tradizionale non è ripetibile, e ogni sua esecuzione è un unicum. Le varianti, attraverso cui si manifesta, denotano la sua fenomenicità, la sua spiccata capacità, cioè, di adeguarsi ad ambienti, persone e temperie storica, storicizzandosi in forme solo in apparenza diverse e autonome, dopo essersi fissato in modo unico nella memoria individuale e collettiva, da cui è all’ascolto restituito ogni volta trasformato. La ricerca in atto attesta la perdurante presenza del canto fra le cumunità calabresi, dove la parola cantata concorre ad animare un immenso e articolato universo sonoro, che scandisce, accompagna e sostiene la vita dell’uomo, veicolando messaggi fra persone e comunità, rifondando e tonificando il senso della comune appartenenza. In un tempo, in cui pare che dominino le immagini, e che la parola si rintani sempre piú in risicati spazî comunicativi, s’innalza possente la voce, che, facendosi suono melodizzato, esalta la potenza comunicatrice, contestatrice e liberatrice della parola cantata, sua espressione suprema, con cui puó esser detto ció che è interdetto alla parola parlata o scritta, e a cui l’uomo, travolto dall’uragano planetario annientatore di culture e demolitore d’identità, ricorre per gridare al mondo la propria presenza. Registrati nell’arco di quarant’anni, nei diversi contesti geo-antropici, i brani, selezionati per i due CD allegati, vedono trascritti i soli testi preceduti da brevi introduzioni, con cui l’autore tenta di delineare genesi, funzione e struttura di ognuno di essi.