La polizia del papa. Istituzioni di controllo sociale a Roma nella prima metà dell'Ottocento

Special Price €11,90

Prezzo Pieno: €14,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Stato, esercito e controllo del territorio
2012, pp 222
Rubbettino Editore, Storia, Storia: argomenti specifici, Storia militare
isbn: 9788849834383

La Direzione generale di polizia istituita nel 1816 nello Stato pontificio modificò profondamente il precedente assetto frammentato dell’ordine pubblico romano, riflettendo una tendenza in atto in tutta l’Europa post-napoleonica. Nell’innovazione istituzionale confluivano tuttavia non solo le esperienze amministrative maturate negli anni francesi, ma anche i più antichi dispositivi di controllo cresciuti in seno alla Chiesa nel corso della Controriforma, generando intrecci e sovrapposizioni di competenze. Protagonisti della vicenda ricostruita nel libro sono parroci e poliziotti romani alle prese con le loro attività quotidiane (sorveglianza del territorio e della popolazione, rilascio di passaporti e documenti, rapporti con i tribunali) e nei loro rapporti di conflitto, collaborazione, interazione. È attraverso questa prospettiva che l’autrice, accogliendo i risultati più recenti della storiografia internazionale, analizza le matrici storiche di una nuova razionalità amministrativa del controllo urbano e sociale nella Roma del XIX secolo.