,
La politica e la filosofia per una democrazia sensibile

Special Price €8,50

Prezzo Pieno: €10,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: -
2008, pp 72
Rubbettino Editore, Città Calabria Edizioni
isbn: 9788888948577
Il libro è nato dall’incontro tra un vecchio professore di filosofia e un giovane dedicato alla professione politica in occasione di un seminario di studi tenuto a Castrolibero. È il confronto tra due generazioni, ma soprattutto è il confronto tra la filosofia e la politica. Ne risulta la ricerca di una democrazia sensibile, per la quale non esistono interessi di partito che non siano rivolti al bene comune. Una democrazia capace di guardare oltre l’evidente crisi del modello rappresentativo, per interrogarsi sull’azione di partecipazione comune in una società complessa, che cresce a misura della multiculturalità che l’attraversa, e per la quale è necessaria una pluralità di leggi che non si perdano nella deregolamentazione, ma si raccolgano intorno a pochi e sicuri principi tenuti tra le sponde della comunità e la dignità. Il libro si conclude con l’idea di un’alleanza consultiva e continua tra il filosofo e il politico, tale che il filosofo liberi il politico dagli schemi costrittivi di interessi di gruppo, e il politico tenga a freno il filosofo nella realizzazione di un’idea che non sia espressione di un modello di esattezza, ma che mantenga nella sua applicazione il rigore del Bene.