La pesca tradizionale del pesce spada nell'organizzazione insediativa del territorio peloritano

Special Price €10,20

Prezzo Pieno: €12,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Scaffale Universitario
2012, pp 104
Rubbettino Editore, Enogastronomia
isbn: 9788849833096
L’excursus insediativo che ha modellato, a partire dal XVI secolo, la fascia di riviera compresa tra la città di Messina e la punta di Capo Peloro e la parallela ricostruzione del percorso evolutivo dell’antica arte della pesca del pesce spada con l’arpione, sono gli elementi centrali della ricerca. Avvalendosi, tra le altre, di fonti cartografiche e pittoriche oltre che dell’osservazione diretta e delle interviste, l’autore descrive l’evoluzione del paesaggio dimostrando la costante centralità della specifica attività alieutica e la valenza assunta, in termini di configurazione spaziale, dal nesso sfruttamento della risorsa mare-antropizzazione della costa. Dall’osservazione dell’odierno contesto geografico-culturale, entro cui si svolge la vita dei «pescespadari», emerge poi evidente l’influenza che il depauperamento della specifica risorsa ittica ha sulla marginalizzazione delle comunità locali e sul futuro di una delle tradizioni più antiche e suggestive del Mediterraneo.