L'utopia eugenetica del welfare state svedese (1934-1975)
Il Programma Socialdemocratico di Sterilizzazione, Aborto e Castrazione

Special Price €16,50

Prezzo Pieno: €22,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Varia
2005, pp 330
Rubbettino Editore, Società e scienze sociali
isbn: 8849810490
Le recenti evoluzioni istituzionali della manipolazione e della selezione genetica, volte al miglioramento della qualità umana, ed in parallelo alla soluzione di problemi d'ordine sociale, patologico e spesso criminale, rendono necessario il raffronto con l'esperimento eugenetico attuato dalla socialdemocrazia svedese, per più di quarant'anni, dall'inizio degli anni Trenta ai primi anni Settanta. Questa opera intende trattare l'elaborazione del programma genocratico svedese nella sua attuazione legislativa e pratica d'interventi volti alla sterilizzazione, alla castrazione, ed all'impiego dell'aborto, come misure eugenetiche. Al tema si collega il mito dell'ingegneria sociale, della creazione e pianificazione totale di un“Nuovo Mondo” utopico, con la delineazione del forte coinvolgimento programmatico di una delle figure svedesi tra le più influenti del Ventesimo secolo, l'economista e Premio Nobel Gunnar Myrdal, per una generale reinterpretazione del modello universalista di welfare state nel suo aspetto socio-medico.

Potresti essere interessato ai seguenti libri