L'Italia e gli italiani dal 1948 al 1978

A cura di

Special Price €8,49

Prezzo Pieno: €9,99

* Campi Obbligatori

Special Price €8,49

Prezzo Pieno: €9,99

aggiungi al carrello aggiungi alla whishlist

Collana: Saggi
2019, pp 368
Rubbettino Editore, Storia, Storia d'Italia, Società e scienze sociali, Studi culturali, Storiografia
isbn: 9788849860429
Cartaceo disponibile

Il vero cambiamento, nella storia dell’Italia e degli italiani, è quello che si è realizzato tra il 1948 e il 1978. Dopo il passaggio dalla guerra alla pace, dal fascismo alla democrazia, concluso con l’entrata in vigore della Costituzione, lo slancio della ricostruzione post-bellica si è trasformato nel boom economico e il Paese si è industrializzato, urbanizzato e scolarizzato con un’intensità senza precedenti. Questo volume racconta come, pur con errori e contraddizioni, l’Italia è diventata una delle prime sette potenze economiche del mondo e una miseria secolare è stata radicalmente sconfitta, anche se vari problemi sono rimasti aperti e la ricchezza ne ha creati di nuovi. Il cambiamento è stato possibile, in un contesto internazionale favorevole, perché gli italiani si sono uniti in uno sforzo comune e perché il raggiungimento di traguardi inediti ha favorito la loro unità. Malgrado le divisioni laceranti create dalla Guerra fredda, è in questo trentennio di democrazia e di crescita che sono stati “popolo” più che in qualsiasi altro momento della loro storia. Questo libro a più voci racconta le riforme che hanno favorito il cambiamento – da quella agraria alla Cassa per il Mezzogiorno e alla scuola media unica –; come si sono trasformate le città, la famiglia e la Chiesa; come si è evoluta la cultura di massa attraverso il Giro d’Italia e il Festival di Sanremo, la televisione e il cinema; come le migrazioni interne e il Sessantotto hanno dato alla società italiana un volto nuovo.

Potresti essere interessato ai seguenti libri