L'iconografia della lavanda dei piedi
Analisi artistica di un'icona del XIII secolo del regno armeno di Cilicia

Special Price €8,50

Prezzo Pieno: €10,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Spiritualità e promozione umana
2010, pp 120
Rubbettino Editore, Fuori Catalogo
isbn: 9788849828924
Prezioso perché aiuta a mettere in luce l’importanza degli scambi ecumenici e culturali tra le Chiese occidentali e quelle orientali, questo volume presenta l’anali si artistica di una icona de La lavanda dei piedi del regno armeno di Cilicia, fondato nel XII secolo dalle comunità armene emigrate all’interno dell’Impero bizantino per sfuggire alle invasioni di Mongoli, Tartari, Selgiuchidi e Turkmeni. Nel testo l’au - tore ripercorre la storia del regno di Cilicia rilevandone gli apporti culturali e religiosi di O rien - te e Occidente e sottolinea l’im - portanza dell’analisi dell’iconografia della Chiesa armena per penetrarne la spiritualità e il pensiero teologico. Lo studio di questa icona del XIII secolo, conservata oggi nella Biblioteca Nazionale Messrob Mascitoz di Yerevan, nella Repubblica armena, consente infatti di porre in rilievo la questione del primato di San Pietro nella cultura ecclesiastica armena apostolica, quale si manifesta nell’iconografia a partire dal XII secolo per affermarsi poi nei secoli successivi. Nello stesso tempo, essa suggerisce una riflessione sul significato dell’atto della lavanda dei piedi, che esorta a comprendere l’insegna - men to del Signore, che, padrone della Storia, sa manifestare l’amo - re di Dio per gli uomini come servo umile.