L'ascensione della modernità
Antonio Fagazzaro tra sanità ed evoluzionismo

Special Price €15,30

Prezzo Pieno: €18,00


aggiungi alla whishlist

Collana: Varia Università
2006, pp 374
Rubbettino Editore, Fuori Catalogo
isbn: 8849815166
L’idea di un’ascensione cui l’uomo sarebbe destinato è stata senza dubbio una di quelle immagini pervasive, che ha attraversato le Sacre Scritture, l’immaginario letterario e filosofico antico e medievale, sino alle avanguardie contemporanee, diventando, nell’età del positivismo, l’emblema di una nuova umanità incamminata necessariamente verso la perfezione. Antonio Fogazzaro, rileggendo l’ascensione cristiana con le suggestioni letterarie dell’‘amore passione’ e le categorie evoluzionistiche ottocentesche, volle proporre una conciliazione dell’antico dissidio tra Antichi e Moderni, tra fede e scienza, così lacerante nel clima post risorgimentale del conflitto tra Stato e Chiesa. Immaginò quindi un’umanità in progressiva ascesa che, attraverso il sacrificio interiore delle anime grandi, si purificasse dalle scorie del materialismo, del dogmatismo e dell’immobilismo volgare e clericale, servendosi della forza mitopoietica e «occulta» della moderna arte del romanzo, che nell’evoluzionismo spiritualistico trovava una scientifica rifondazione. Diede così vita ad un’affascinante ed inquietante figura letteraria di santo mistico e scienziato – concorrente dell’eroe esteta di D’Annunzio, del filosofo militante di Croce o del teologo attualista di Gentile – che fosse capace di imporsi alle classi dirigenti della Nuova Italia quale modello di unificazione fra modernità e tradizione, promuovendo un’appassionata azione civile e morale verso l’inarrestabile progresso della società.