Corrado Dollo
Itinerari storiografici

A cura di Giancarlo Magnano San Lio, Giuseppe Bentivegna

Special Price €21,25

Prezzo Pieno: €25,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Biblioteca di Studi Filosofici
2005, pp 232
Rubbettino Editore, Storia
isbn: 9788849812428
Introduzione di Corrado Giarratana
Con il presente volume (il quarto della serie) si conclude l'edizione completa dei saggi editi e inediti di Corrado Dollo. I lavori presentati vanno dalle pubblicazioni sulla rivista «Sophia» (diretta da Carmelo Ottaviano) all'ultimo inedito testo di una conferenza tenuta a Catania nel 1998, e permettono di ricostruire alcuni significativi punti di svolta all'interno del percorso storiografico che l'Autore ha vissuto e proposto alla comunità degli studiosi degli anni di formazione, ad una sempre più autonoma e originale impostazione, in una realtà culturale caratterizzata per tutti gli anni Cinquanta e Sessanta dalla esperta metodologia storiografica di Ottaviano e dalla sua discussa e alquanto 'debole' teoresi, e dalla riflessione speculativa di Vincenzo La Via, orientata verso l'ontologismo e la tradizione spiritualistica italiana. Se il primo dei professori della Facoltà catanese ha inciso come maestro sulla formazione di Dollo, che con lui si laurea con una tesi su F. Orestano altrettanto si può dire per La Via giunto a Catania nel 1950, quando Dollo si laurea.
L'inclinazione sempre più storicistica dell'Autore si forma negli anni Sessanta e Settanta attraverso il ripensamento critico delle tesi precedenti, segnato localmente dall'insegnamento di Santo Mazzarino prima e di Giuseppe Giarrizzo poi, la relazione con i nuovi storici della filosofia e del pensiero scientifico (come Mario Dal Pra e Paolo Rossi), nonché con la riflessione sul marxismo italiano (Gramsci) e sulla sociologia della conoscenza (in particolare Merton e Mannheim). Sono frutti di uno studioso maturo che nel tempo ha saputo emanciparsi dalla tradizione 'locale' per assumere un ruolo di formazione e di aggregazione, che ha segnato e continua a segnare la ricerca storiografica nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Catania.