Io di Emmaus
Le domeniche dell'anno liturgico A nelle poesie-preghiere di un laico fedele che si interroga

Special Price €8,50

Prezzo Pieno: €10,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Letture bibliche e altre cose
2007, pp 176
Rubbettino Editore, Fuori Catalogo
isbn: 9788849819366
Prefazione di Giuseppe Cavallotto
Maria, la sorella di Marta, «sedutosi ai piedi di Gesù, ascoltava la sua parola» (Lc 10, 39). è l'atteggiamento del discepolo. Quando la parola del Signore scende in profondità ed è lasciata echeggiare nel cuore dell'ascoltatore, è come una pioggia benefica che cade dal cielo. Lo ricorda il profeta lsaia. Essa irriga, feconda e fa germogliare. (...)
Il testo fa riferimento alla Parola della Liturgia domenicale dell'Anno A. Di settimana in settimana l'Autore sviluppa la sua riflessione, soffermandosi di solito su pochi versetti che maggiormente hanno attirato la sua attenzione. Il commento di volta in volta diventa approfondimento del messaggio, risonanza, interrogativo ) sul proprio comportamento, identificazione con questo o quel personaggio Pietro, il centurione di Emmaus, la folla invocazione, preghiera e colloquio con il Signore. Non è un commento esegetico, ma una riflessione sapenziale una meditazione spirituale, una partecipata ed esistenziale preghiera con un indubbio respiro poetico.
(dalla prefazione)