Gigi Roggero
Introduzione all'archivio postcoloniale
Il lessico dei postcolonial studies alla prova del presente

Special Price €6,80

Prezzo Pieno: €8,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Altera
2009, pp 78
Rubbettino Editore, Politica, Scienza e teoria politica
isbn: 9788849823332
Modernità, cultura, sapere universale, ma anche spazio e tempo: sono solo alcune delle categorie su cui si è fondato il pensiero politico occidentale, proficuamente messe in discussione dai postcolonial studies. Si tratta di un filone di studi eterogeneo e interdisciplinare, che negli ultimi anni ha cominciato a imporsi all'attenzione del dibattito italiano e di cui il libro offre una rassegna ragionata. Tentando di andare oltre l asemplice critica all'eurocentrismo, talora non priva di ritualità, ci si concentra invece sul progetto di «provincializzare l'Europa», in quanto figura immaginaria al contempo indispensabile e inadeguata. In questa prospettiva, il testo indaga l'emergere di una condizione postcoloniale, caratterizzata dal venir meno della dialettica centro-periferia e da una dimensione spazio-temporale compiutamente transnazionale, aperta e percorsa dalle lotte e dai movimenti anti-coloniali, dei migranti e del lavoro vivo. In essa il colonialismo non riesce più a fare sistema, pur nella permanenza e riarticolazione delle forme di sfruttamento e disuguaglianza. Attraverso i molteplici contributi, da quelli femministi ai Subaltern Studies, il libro non vuole offrire un nuovo codice accademico, ma propone di interpretare gli studi postcoloniali come un archivio, ossia un'interrogazione aperta sulle genealogie dell'attualità e una cassetta degli attrezzi concettuali per orientarsi criticamente nella complessità del presente globale.