In Libreria "Il Parco Nazionale del Pollino" di Francesco Bevilacqua (Ildispaccio.it)

di Redazione, del 13 aprile 2015

Da Ildispaccio.it 10 aprile

Dopo anni di attesa esce in libreria la guida al Pollino di Francesco Bevilacqua ("Il Parco Nazionale del Pollino. Guida storico-naturalistica ed escursionistica", 700 pagg., euro 28,00).
Il libro rappresenta la prima guida completa all'intero Parco Nazionale del Pollino e cioè a tutto il suo vastissimo territorio (oltre 180.000 ettari), che va dalle aree collinari poste alla sinistra idrografica del Fiume Sinni in Basilicata, a nord, sino al Gruppo di Montea che si affaccia sulla costa tirrenica calabra, a sud. Una varietà di ambienti, una quantità di bellezze naturali, una diversificazione di paesaggi, una straordinaria biodiversità che comprende specie di flora e fauna autoctone e rare, che giustificano le 700 pagine del volume e le 650 fotografie a colori scattate dallo stesso autore, i 152 itinerari escursionistici dettagliatamente descritti e raggruppati in 13 distinte sotto-aree per facilitarne l'individuazione, la grande carta topografica acclusa al volume, i lunghi capitoli dedicati alla storia del parco, alla sua geografia, alla flora ed alla fauna, le utili appendici informative. Nella prefazione Fulco Pratesi, decano dell'ambientalismo italiano, definisce il libro di Bevilacqua "Un'opera completa, affascinante e bella ... un sublimato di decenni di passione, ricerche e soprattutto escursioni". Il libro è frutto di 34 anni di peregrinazioni pedestri tra i vari gruppi montuosi che compongono l'attuale territorio del parco, ma anche di letture, studi, ricerche e di azioni volte alla tutela del territorio e, soprattutto, alla istituzione del parco stesso. Bevilacqua, infatti, è stato responsabile regionale del WWF Calabria per quasi vent'anni nel periodo caldo della contrapposizione tra i fautori dell'area protetta e chi voleva invece che si creasse nel cuore del Pollino un grande comprensorio sciistico con strade, villaggi turistici ed impianti di risalita. Il libro viene a colmare, dunque, una lacuna nella pubblicistica sul parco, che pure annoverava altri volumi (ad esempio quelli di Giorgio Braschi e dello stesso Bevilacqua) dedicati però a singoli parti del parco ma non ancora un'opera così completa, sia negli argomenti trattati che nell'estensione del territorio trattato. Francesco Bevilacqua definisce il Pollino "il parco dei parchi", proprio per la sua vastità e complessità geografica, una grande area protetta che in realtà ne racchiude ed unifica diverse. Ed è questa una caratteristica assolutamente unica in Europa.
Un mondo, quello del Parco, fatto, innanzitutto, di forme variegate del paesaggio: panorami sconfinati, vette e crinali alpestri, boschi fitti, alberi monumentali, valli e conche ariose, gole strette ed incassate, canyon, cascate, laghi, monumenti di roccia. Ma composto anche da tanti e diversi massicci montuosi, da tante e diverse vallate. E poi i cinquantasei paesi, che cingono le sue montagne come un rosario e se ne stanno, spesso, piccoli e solitari, artigliati come rapaci, su impervi costoni di roccia. Ma anche un mondo in senso etno-antropologico, che racchiude etnie, linguaggi, tradizioni, usi, costumi, riti millenari. Un mondo dove il tempo si è fermato, verrebbe da dire. In questo libro l'autore racconta il Pollino in tutte le sue sfaccettature, ne ripercorre la storia plurisecolare, ne descrive le bellezze, indica i percorsi a piedi per raggiungere gli angoli più suggestivi del parco, accompagna il lettore con consigli pratici, mostra i luoghi in tutte le stagioni dell'anno, con ogni condizione atmosferica. Per offrire a chi voglia visitare e conoscere il parco uno strumento ricco e nello stesso tempo agevole. Ma anche per donare, agli stessi residenti, un compendio di memoria e bellezza, su un territorio, un ambiente, una grande comunità di natura e cultura da conservare, proteggere e valorizzare. Il libro è il diciottesimo prodotto da Bevilacqua (www.francescobevilacqua.com), a partire dalla prima pubblicazione che risale al 1991. Di Bevilacqua ricordiamo i volumi di grande formato, anche fotografici, dedicati ai paesaggi ed alla natura della Calabria (monti, coste, foreste), i contributi alla conoscenza del rapporto tra uomini e luoghi, le guide agli altri parchi calabresi (Sila, Aspromonte, Serre, Reventino) e, da ultimi, sempre per la Rubbettino, "Calabria, viaggi e paesaggi", "Montagne di Calabria", "Genius Loci" e "Sulle tracce di
Norman Douglas".

Clicca qui per acquistare il volume con il 15% di sconto