Il romanzo della libertà
Vasilij Grossman tra i classici del XX secolo

A cura di Giovanni Maddalena, Pietro Tosco

Special Price €15,30

Prezzo Pieno: €18,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Saggi
2007, pp 324
Rubbettino Editore, Letteratura, Poesia e Teatro, Storia e critica letteraria, Biblioteca liberale, Saggi
isbn: 9788849817041
Prefazione di Michele Rosboch
Vasilij Grossman (1905-1964) è uno degli scrittori più importanti e più ignorati del XX secolo.
Il tema di Vita e destino, il capolavoro che lo inserisce tra i classici della letteratura, è l'assoluta irriducibilità del singolo uomo a qualsiasi forma di potere. Tale forza umile e infinita è testimoniata dalle grandi domande sul significato dell'esistenza, sulla sua misteriosa bellezza, sul permanente anelito alla felicità che definiscono il cuore e la ragione dell'uomo anche dentro le circostanze più drammatiche della vita.
Nell'inferno della battaglia di Stalingrado, Grossman scoprì la propria libertà e la intravide, nascosta, in tutti i gesti degli uomini. In nome di questa libertà fu il primo a patire: il manoscritto del romanzo fu sequestrato dal kgb nel 1961 e Grossman morì senza poterne vedere né prevedere la pubblicazione, che avvenne solo vent'anni più tardi in Occidente.
Grossman comincia solo ora a essere oggetto di studi specialistici. Questo volume vuole raccogliere i primi frutti di tali analisi e costituisce il primo passo verso la conoscenza completa della vita e dell'opera del grande autore russo.