Il pugile polacco

Special Price €5,09

Prezzo Pieno: €5,99

* Campi Obbligatori

Special Price €5,09

Prezzo Pieno: €5,99

aggiungi al carrello aggiungi alla whishlist

Collana: Velvet
2013
Rubbettino Editore, Narrativa, Narrativa moderna e contemporanea
isbn: 9788849840643
Tag: Ebraismo, polonia, halfon, shoah
Cartaceo disponibile

Nel libro L’angelo letterario, durante l’incontro con lo scrittore Andrés Trapiello, a Madrid, Eduardo Halfon accenna a un misterioso pugile polacco. «Il tuo cognome, Eduardo, da dove viene? Libano, risposi. Mio nonno era un ebreo libanese identico ad Alfred Hitchcock. E il tuo nonno materno? Polacco. Anche lui ebreo? Sì, anche lui ebreo e gli parlai un po’ di Lodz, di Sachsenhausen, di Auschwitz, del pugile. Guarda, amico, esclamò alzandosi per rispondere al telefono, tutto questo o lo scrivi tu o lo scrivo io. Spero che lo scriva lui.» Da allora, e attraverso altri personaggi, come un filo ininterrotto si susseguono e si intrecciano altre storie. Quella di un poeta indigeno immerso in un mondo avulso; quella di un accademico nordamericano esperto di Mark Twain; quella di una hippie israeliana in viaggio per il Centroamerica; quella segreta, unta di jazz, di un pianista serbo; quella di un ragazzo imprigionato in una realtà che non lo comprende; quella di un regno sottomarino ormai privo di vita; quella di una madre che cerca di sopravvivere al suo dolore. Da tutte queste storie quella del pugile polacco inizia a germinare, a imporsi, a chiedere di essere scritta da un nipote che a sua volta vorrebbe non scriverla. E che però sa che dovrà farlo. «Voi ebrei, mi disse Andrés sedendosi, nascete con un romanzo già scritto sotto il braccio.»

Puoi leggere in anteprima un estratto gratuito del libro cliccando qui