Il parco nazionale del Pollino (Montagna360)

di Redazione, del 12 dicembre 2014

Il Parco Nazionale del Pollino

Guida storico-naturalistica ed escursionistica

Da Montagna360 di dicembre

L'ultimo rapporto sulla situazione del Mezzogiorno italiano lancia l'allarme "desertificazione": più poveri, meno figli e niente posti di lavoro. Abitanti in fuga dalle regioni del sud, e la Calabria in coda. Sarà per reagire a queste notizie, indiscutibilmente brutte - e chissà mai se cambieranno di segno - che diventa imperativo dare spazio a un lavoro poderoso, direi monumentale (come i pini loricati che ancora vi si trovano!), su una delle meraviglie naturali del nostro Sud, il Parco nazionale del Pollino. L'autore è nome noto a chi frequenta questi luoghi ed è appassionato di natura ed escursionismo: un "escursionismo claustrale", lo definisce lui, un «andar per monti con pochi amici, procedere lento e in silenzio, assaporare ogni scorcio e ogni rumore, ogni profumo, condividere emozioni senza bisogno di troppe spiegazioni, camminare ansimando, fiottando vapore, grondando sudore, come il salmodiare di un monaco nel chiostro». Attorno, sopra e in ogni anfratto del Monte Pollino l'autore cammina da oltre trent'anni. Quel che presenta non sono solo i 152 itinerari, le centinaia di immagini e le cartine, ma un vero e proprio universo a se stante, un unicum in Italia e in Europa, che oltre a variegate forme del paesaggio e di specie naturali, contiene etnie, linguaggi, tradizioni, usi e costumi millenari. Il "parco dei parchi", lo chiama l'autore. Un libro che è molto di più di una guida.

Il parco nazionale del Pollino, di Francesco Bevilacqua

Clicca qui per aquistare il volume con il 15% di sconto